In due parole...

Come Domenico vogliamo manifestare e proclamare con la nostra vita e la nostra parola, la misericordia di Dio, la liberazione e la riconciliazione di tutti gli uomini in Gesù Cristo.

Prossimi eventi

Dal deserto al giardino Per vivere insieme la quaresima dalle15.30 alle 17.30   Sabato... Leggi tutto..
L'uomo cerca l'uomo Incontri con suor M. Elena Francesca Ascoli o.p. mercoledì... Leggi tutto..

Login

Home
A+ R A-


DSC02115 285914


All’occasione della Giornata Mondiale della Terra e in corrispondenza con la festa liturgica di San Sotero, nato a Fondi e papa dal 165-176 (22 aprile), vari eventi celebrativi sono stati organizzati a Fondi dalla Pro Loco, i venerdì 22 e sabato 23 aprile, con la partecipazione del Comune, del Parco Naturale Monti Ausoni e Lago di Fondi, della Chiesa di san Pietro, antica Cattedrale e depositaria di alcune reliquie di San Sotero, degli Istituti Scolastici e dell’Associazione Ristoranti di Fondi.

DSC02118 285915


Venerdì pomeriggio, nella sala di Palazzo Caetani (antico Palazzo dei Conti di Fondi), Sr Christine Gautier ha presentato i punti salienti della Lettera Enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco.
Dopo essere partita dal concetto della Dottrina sociale della Chiesa che deve essere ispiratrice e educatrice del pensare e dell’agire, come un “pungiglione” per le coscienze, ha sviluppato il Vangelo della Creazione. L’uomo e la donna, creati a immagine e somiglianza di Dio, voluti, amati e necessari, hanno un posto particolare nella creazione, e di conseguenza, una grande responsabilità: mettere tutte le loro capacità a servizio del bene comune, della casa comune, coscienti che “tutto è collegato”.


Ora l’umanità è a un bivio, ed è urgente pensare ai fini delle nostre azioni per cambiare rotta. Ci vengono proposti tre assi di comportamento:

  • tutto è dato da Dio: questo deve suscitare in noi gratitudine, consapevolezza che tutto ci precede. Dobbiamo decentrarsi per servire, imparare la sobrietà e condividere.
  • tutto è collegato: questo ci spinge a vivere un’ecologia della vita quotidiana, il compito di tutelare la terra.
  • Imparare dalla nostra fragilità e da quella della terra a creare un equilibrio nel mondo dove non ci siano più vincitori e vinti. La fragilità ci porta a un maggiore impegno e responsabilità.

Questa lettura ci stimola a usare la nostra intelligenza e creatività per aprire nuovi cammini di liberazione partendo dal nostro piccolo, dalla nostra conversione ecologica.


DSC02121 285916

Ultima modifica il Mercoledì, 27 Aprile 2016 12:19

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.