In due parole...

Come Domenico vogliamo manifestare e proclamare con la nostra vita e la nostra parola, la misericordia di Dio, la liberazione e la riconciliazione di tutti gli uomini in Gesù Cristo.

Prossimi eventi

ti auguro Ti auguro una giornata semplice, fatta di piccole... Leggi tutto..
Ama la verità Ama la verità, mostrati qual sei,
e senza...
Leggi tutto..
Ti auguro di vivere Ti auguro di vivere senza lasciarti comprare dal... Leggi tutto..
Amicizia L'amicizia che ha la sua fonte in Dio non si estingue... Leggi tutto..
Papa Francesco Il futuro lo fai tu, con le tue mani, con il tuo cuore,... Leggi tutto..

Login

Home » Predicazione » Presentazione al tempio
A+ R A-

Nella Presentazione di Gesù al Tempio viene rivelata la cooperazione della «donna» alla Redenzione

“Le parole del vecchio Simeone, annunziando a Maria la sua partecipazione alla missione salvifica del Messia, pongono in luce il ruolo della donna nel mistero della redenzione. Maria, infatti, non è solo una persona individuale, ma è anche la “figlia di Sion”, la donna nuova posta accanto al Redentore per condividerne la passione e generare nello Spirito i figli di Dio. Tale realtà è espressa dalla rappresentazione popolare delle “sette spade” che trapassano il cuore di Maria: la raffigurazione evidenzia il profondo legame tra la madre, che s’identifica con la figlia di Sion e con la Chiesa, e il destino di dolore del Verbo incarnato. Restituendo il Figlio, appena ricevuto da Dio, per consacrarlo alla sua missione di salvezza, Maria consegna anche se stessa a tale missione. Si tratta di un gesto di interiore condivisione che non è solo frutto del naturale affetto materno, ma esprime soprattutto il consenso della donna nuova all’opera redentrice di Cristo.” Giovanni Paolo II, Udienza Generale, Mercoledì, 8 gennaio 1997

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.