In due parole...

Come Domenico vogliamo manifestare e proclamare con la nostra vita e la nostra parola, la misericordia di Dio, la liberazione e la riconciliazione di tutti gli uomini in Gesù Cristo.

Prossimi eventi


Login

Home » Predicazione » Inno alla Misericordia
A+ R A-

Santa Caterina da Siena

Allora quell'anima, quasi come ebbra, non si poteva tenere, ma quasi stando nel cospetto di Dio diceva:  

- O eterna misericordia, la quale ricopri i difetti delle tue creature, non mi meraviglio che tu dica di coloro che escono del peccato mortale e tornano a te: «Io non mi ricorderò che tu m'offendessi mai».

O misericordia ineffabile, non mi meraviglio che tu dica questo a coloro che escono dal peccato, quando tu dici di coloro che ti perseguitano: «Io voglio che mi preghiate per loro, acciò che Io lo' facci misericordia».

O misericordia, la quale esce dalla deità tua, Padre eterno, la quale governa con la tua potenzia tutto quanto il mondo!

Nella misericordia tua fummo creati;

nella misericordia tua fummo ricreati nel sangue del tuo Figliuolo.

La misericordia tua ci conserva.

La misericordia tua fece giocare in sul legno della croce il Figliuolo tuo alle braccia, giocando la morte con la vita e la vita con la morte.

E allora la vita sconfisse la morte della colpa nostra,

e la morte della colpa tolse la vita corporale allo immacolato Agnello.

Chi rimase vinto? La morte. Chi ne fu cagione? La misericordia tua.

La tua misericordia dà vita;

la misericordia dà lume per lo quale si conosce la tua clemenza in ogni creatura,

nei giusti e nei peccatori.

Nell'altezza del cielo riluce la tua misericordia, ciò è nei santi tuoi.

Se io mi volgo alla terra, ella abbonda della tua misericordia ...

Con la misericordia tua mitighi la giustizia;

per misericordia ci hai lavati nel sangue;

per misericordia volesti conversare con le tue creature.

O pazzo d'amore: non ti bastò incarnare, che anzi volesti morire?Foto3114b

Non bastò la morte, che anzi discendesti agli inferi, traendone i santi padri, per adempire la tua verità e misericordia in loro? …

La misericordia tua vedo che ti costrinse a dare ancora di più all'uomo, cioè lasciando te stesso in cibo affinché noi deboli avessimo conforto,

e gli ignoranti smemorati non perdessero la ricordanza dei benefici tuoi.

E però lo dai ogni giorno all'uomo, rappresentandoti

nel sacramento dell'altare nel corpo mistico della santa Chiesa.

Questo chi l'à fatto? La misericordia tua.

O misericordia!

Il cuore ci s'affoga a pensare di te, perché ovunque io mi volgo a pensare

non trovo altro che misericordia.

O Padre eterno, perdona all'ignoranza mia, che ho osato favellare innanzi a te, ma l'amore della tua misericordia me ne scusi dinanzi alla benignità tua.

 

Dal Dialogo della divina Provvidenza cap 30

Santa Caterina da Siena domenicana

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.