Stampa questa pagina

 

"Non abbiate paura. Aprite, anzi spalancate le porte a Cristo!"

Con queste parole Giovanni Paolo II esortava la Chiesa tutta all'inizio del suo pontificato; con queste stesse parole la chiesa di Minerbio si rivolge ai suoi parrocchiani all'inizio dell'Anno della fede, invitando tutti ad incontrare il Signore Gesù, attraverso l'esperienza forte delle missioni al popolo.

Ogni giorno, dal 13 al 28 ottobre, sono tante le occasioni per realizzare questo incontro: la preghiera del mattino, con ragazzi delle medie e bambini delle elementari, poi la s. Messa e l'adorazione eucaristica, mattina e pomeriggio; nello stesso tempo le suore visitano le famiglie, suonando ogni campanello per invitare tutti alla missione, mentre un padre resta in chiesa a disposizione per le confessioni e un altro visita gli ammalati portando loro il conforto dei sacramenti. La sera dopo cena l'incontro con la Parola di Dio, nelle case di tante famiglie che hanno "aperto le porte a Cristo".

Tante porte si sono aperte al nostro passaggio, altrettante sono rimaste chiuse, ma come agirà lo Spirito in ciascuno non lo sappiamo. Perché i frutti li conosce solo il Signore. Noi missionari siamo certi che lo Spirito è all'opera. Constatiamo che la comunità parrocchiale è viva e che tanti hanno lavorato, e bene, per preparare queste due settimane di grazia. Questo è già un primo grande frutto, che ci ha preceduto: un gruppo consistente di laici che si sono messi al servizio della comunità perché tanti altri fratelli e sorelle aprano il cuore a Cristo.

Ci auguriamo che questo servizio continui, che il soffio di vita dello Spirito Santo raggiunga col tempo anche chi fino ad ora ha deciso di dire no, aggiungendo ogni giorno nuovi collaboratori per l'edificazione del Regno, che proseguano gli incontri nelle famiglie attorno alla Parola. Un momento centrale, questo, perché la missionarietà cresce con la fede e la fede ha bisogno del nutrimento della Parola di vita. E da oggi è la chiesa di Minerbio tutta ad essere "popolo in missione"!

Ringraziamo il Signore di questa nuova opportunità per fare comunità tra di noi, che proveniamo da luoghi e istituti diversi, tutti attratti dal carisma di san Domenico. Soprattutto ringraziamo Dio perché, attraverso le tante testimonianze di fede raccolte passando di casa in casa, possiamo continuare a dire, con gioia, che l'Amore è più forte di qualunque ostacolo, che non c'è niente di cui dobbiamo avere paura.

Preghiamo dunque il Signore, perché noi missionari domenicani, insieme al parroco don Franco e a tutti i cristiani di Minerbio, possiamo innalzare con la nostra vita un canto di lode al Dio Amore! Chiediamogli la grazia della predicazione, con le parole del beato J. H. Newman: "Accompagna, o Signore, i tuoi missionari, metti le parole giuste sulle loro labbra, rendi fruttuosa la loro fatica".

Ringrazio il Signore, tutte voi e p. Marino e p. Giovanni dei bei giorni che abbiamo trascorso insieme in fraternità (in parrocchia non è molto frequente).
Il Signore vi ricompensi con i suoi doni.

don Franco


Ultima modifica il Martedì, 06 Novembre 2012 13:51
Sr Christine

Ultimi da Sr Christine

Articoli correlati (da tag)