In due parole...

Come Domenico vogliamo manifestare e proclamare con la nostra vita e la nostra parola, la misericordia di Dio, la liberazione e la riconciliazione di tutti gli uomini in Gesù Cristo.

Login

Errore
  • JUser::_load: Unable to load user with id: 101
Home » Notizie » Bollettino » Maria icona itinerante
A+ R A-

Maria icona itinerante

Vota questo articolo
(0 Voti)

 

foto maria

Il mese di maggio è il mese di Maria per eccellenza. Alla sera soprattutto gruppi di persone si incamminano verso le chiese o si ritrovano davanti ai “madonnini”, così in Toscana si chiamano le edicole mariane. E lì davanti alla sua immagine prega con la preghiera mariana per eccellenza, cioè con il Rosario. A lei si affidano gioie, speranze, fatiche, i dolori, perché sappiamo bene che il suo cuore di madre sa accogliere ogni aspetto della nostra vita e sa presentare le nostre domande al Figlio.

Il mese di Maggio si chiude con la festa della Visitazione. A Ganghereto abbiamo voluto celebrare questa festa per tutto il mese. Abbiamo iniziato con un triduo di preparazione predicato dai sacerdoti della nostra unità pastorale e ogni meditazione si chiudeva con abbiamo insieme pregato davanti a un’icona di Maria scritta da suor Sara Questa immagine poi come Maria si è messa in viaggio e ha visitato tante case, tante famiglie, aule di catechismo… e anche un negozio di parrucchiera. Ha raccolto le preghiere di giovani e anziani, uomini e donne, bambini e consacrati. Alcune di queste sono state scritte in un quaderno e vogliamo condividerle con voi.

Figli intorno alla Madre ti abbiamo aperto l cuore, grazie per questo amore, grazie per il tuo si alla vita. resta con noi… E’ stato un dono immenso anche per noi pregare davanti a questa icona affidando alla nostra Mamma de cielo tutte le intenzioni che ci hanno affidato e la Chiesa e l’umanità… Ave Maria tu sei luce e speranza per me… Grazie per i sorrisi e le lacrime che mi fai provare grazie per le mie figlie, luce della mia vita. Grazie per le vere e false amicizie che mi hai dato, mi hanno insegnato a vivere. Grazie Maria e proteggici anche se prego poco… Leggi nel mio cuore e sn quanto bene ti voglio non c’è penna e foglio che possa contenere il mio grazie…

L’icona “pellegrina” è una copia della madre di Dio Nikopeia (Vincitrice) venerata a San Marco a Venezia. Mara presenta il Cristo, come la Chiesa ce lo dona nei santi soni, per sottolineare che solo in Lui c’è salvezza. Maria tiene in mano una specie di fazzoletto, mappula e sul polso sinistro ha una croce simboli del sacerdozio.

Ultima modifica il Mercoledì, 05 Agosto 2015 08:18

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.