In due parole...

Come Domenico vogliamo manifestare e proclamare con la nostra vita e la nostra parola, la misericordia di Dio, la liberazione e la riconciliazione di tutti gli uomini in Gesù Cristo.

Login

Home » Predicazione » Giustizia e Pace » Giustizia e Pace
A+ R A-
02 Gen

Cura della persona –cura del creato

Napoli Barra, sabato 28 novembre 2015

Nel primo pomeriggio di sabato ci siamo recati presso il municipio di Napoli, dove la Commissione è stata ricevuta dal Sindaco Luigi De Magistris al quale P.Giovanni ha presentato la nostra attività. Quindi gli abbiamo consegnato una petizione con 500 firme per chiedere il ritorno della caserma dei carabinieri, ora chiusa per la indisponibilità dei locali, in località Barra, territorio “di frattura” soggetto a gravi problemi di ordine pubblico . Il sindaco ha mostrato di gradire e condividere tale petizione, assicurando che cercherà una positiva soluzione.

Quindi siamo andati a Barra, presso il Convento domenicano di Santa Maria della Sanità. Li abbiamo incontrato il P.Provinciale della san Tommaso, fra Francesco La Vecchia o.p. che ha seguito di persona tutte le attività da noi organizzate in occasione di questa Giornata , dalla veglia di preghiera tenutasi il giorno precedente, scritta per questa occasione dalle monache del Monastero domenicano di santa Maria della Neve in Pratovecchio (AR), fino alla Celebrazione Eucaristica da lui presieduta la domenica seguente.

Si sono quindi tenute le due previste conferenze

Suor Antonietta Potente o.p.(teologa) purtroppo non è potuta intervenire per problemi di salute, ma ha inviato la propria relazione letta da Patrizia. Parla dell’accoglienza nel quotidiano . il fatto di dover dialogare con la realtà quotidiana non deve far dimenticare la cura   dell’anima . La misericordia e la giustizia vengono per prime, non si puo’ sorreggere il mondo senza portare consé Dio.

Padre Adolfo Russo (vicario episcopale dell’arcidiocesi di Napoli per la cultura) parla della cura del creato che deve essere un impegno concreto e non oggetto di dissertazione accademiche. Napoli è maravigliosa , è un paradiso, ma un paradiso abitato dal diavolo a causa dei troppi interessi economici e politici che la hanno dominata , come avvenuto , ad esempio , nella cosiddetta “terra dei fuocchi” . Ci si occupa troppo delle personalità in vista e ben poco dei bisognosi . Dobbiamo crescere verso una maggiore responsabilità , promuovendo la carità e l’amore prima degni interessi legati alla vita sociale , senza mai distogliere l’attenzione dal benecomune.

carità e l’amore prima della vita sociale e educare al bene comune.

Padre Giovanni Calcara o.p. (commissionnedomenicana Giustizia e Pace) ha parlato della dottrina sociale della Chiesa e ha messo l’accento sul fatto di condurre una vita semplice ed essenziale nei consumi.. Ha evocato il festeggiamento del giubileo dell’Ordine dei Domenicani ricordando le parole profetiche di San Domenico: “non posso studiare su pelli di animali morti mentre la gente muore di fame” Parla anche del cristiano che porta in sè corpo e spirito, la carne è anche fango, siamo complici di questo fango . Per Padre Giovanni, abbiamo dato voce ai mafiosi, devenendo collaterali con il nostro silenzio. La Chiesa deve essere una Chiesa che si sporca, dobbiamo rispettare la dignità dell’uomo che passa, anche, nel rendere fruibili i beni necessari come l’acqua...ecc...ricordando che non siamo i padroni del Creato , ma i custodi, come ci repete il Santo Padre . Occorre pensare a quale mondo lasceremo ail nostri figli. Bisogna annunciare il Vangelo, i profeti li abbiamo tra di noi , manca solo la volontà di ascotarli 

 Sr Marie-Didier

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Sabato, 02 Gennaio 2016 10:38
Sr Catherine Elisabeth

Sr Catherine Elisabeth

"Noi crediamo che la grazia di Dio consiste proprio in questo suo volersi lasciar conquistare dall'uomo, in questo suo consegnarsi, per così dire, a lui. Dio vuole entrare nel mondo che è suo, ma vuole farlo attraverso l'uomo: ecco il mistero della nostra esistenza. Dio entra là dove lo si lascia entrare. " (Martin Buber, Il cammino dell'uomo)

Altro in questa categoria: « messaggio per la pace

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.