In due parole...

Come Domenico vogliamo manifestare e proclamare con la nostra vita e la nostra parola, la misericordia di Dio, la liberazione e la riconciliazione di tutti gli uomini in Gesù Cristo.

Prossimi eventi

ti auguro Ti auguro una giornata semplice, fatta di piccole... Leggi tutto..
Ama la verità Ama la verità, mostrati qual sei,
e senza...
Leggi tutto..
Ti auguro di vivere Ti auguro di vivere senza lasciarti comprare dal... Leggi tutto..
Amicizia L'amicizia che ha la sua fonte in Dio non si estingue... Leggi tutto..
Papa Francesco Il futuro lo fai tu, con le tue mani, con il tuo cuore,... Leggi tutto..

Login

Home » Notizie » Bollettino » Mese della pace domenicano
A+ R A-

Mese della pace domenicano

Vota questo articolo
(0 Voti)

pace3

In questo Avvento 2017 e fino al 1° gennaio 2018 (giornata mondiale di preghiera per la pace), l’Odine dei Predicatori celebra un mese domenicano della pace, quest’anno dedicato alla Colombia. Abbiamo voluto unirci a questa iniziativa con una veglia di preghiera ad Anguillara dove conosciamo un sacerdote colombiano.

Alcuni amici coraggiosi hanno risposto all’invito in questa serata del venerdì 22 dicembre, altri hanno promesso di unirsi con la preghiera, e insieme abbiamo elevato al Signore canti e preghiere per invocare la pace su questo paese che fu teatro di drammi ai quali l’accordo di pace del 2016 pena a porre fine. Il vertice della veglia fu la testimonianza di don Francisco che ci ha raccontato la sua esperienza con la guerriglia nel paese dov’è cresciuto e dove la violenza ha lasciato profonde ferite. Ci uniamo alle sue intenzioni affinché tutte le vittime possano attingere nella grazia di Dio la forza del perdono e che la violenza continui a diminuire.

pace1

Ultima modifica il Martedì, 02 Gennaio 2018 11:05
Sr Catherine Elisabeth

Sr Catherine Elisabeth

"Noi crediamo che la grazia di Dio consiste proprio in questo suo volersi lasciar conquistare dall'uomo, in questo suo consegnarsi, per così dire, a lui. Dio vuole entrare nel mondo che è suo, ma vuole farlo attraverso l'uomo: ecco il mistero della nostra esistenza. Dio entra là dove lo si lascia entrare. " (Martin Buber, Il cammino dell'uomo)

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.