In due parole...

Come Domenico vogliamo manifestare e proclamare con la nostra vita e la nostra parola, la misericordia di Dio, la liberazione e la riconciliazione di tutti gli uomini in Gesù Cristo.

Prossimi eventi


Login

Home » Notizie » Capitolo provinciale » Sr Catherine Elisabeth
A+ R A-
Sr Catherine Elisabeth

Sr Catherine Elisabeth

"Noi crediamo che la grazia di Dio consiste proprio in questo suo volersi lasciar conquistare dall'uomo, in questo suo consegnarsi, per così dire, a lui. Dio vuole entrare nel mondo che è suo, ma vuole farlo attraverso l'uomo: ecco il mistero della nostra esistenza. Dio entra là dove lo si lascia entrare. " (Martin Buber, Il cammino dell'uomo)

Apertura del giubileo

Martedì, 10 Novembre 2015 10:04 Pubblicato in Bollettino

7 novembre,

festa di tutti i santi della famiglia domenicana

è in questo giorno in cui la terra si unisce al cielo per lodare Dio nella sua misericordia che la Famiglia domenicana è entrata nel suo giubileo per gli 800 anni della fondazione dell'Ordine.
Una messa celebrata insieme a Santa Sabina, per rendere grazie a Dio del dono della nostra vocazione a servizio della predicazione nella Chiesa. Figlie e figli di Domenico, il giubileo ci ricorda la nostra missione di essere canali di misericordia per il mondo di oggi, portare ad ogni persona l'amore di Cristo.
Ci accompagni il Cristo della porta della basilica di Santa Sabina, crocifisso per noi e risorto per donarci la sua vita.

Possa questo giubileo rinnovare il nostro zelo per annunciare questo amore che supera ogni limite, ogni peccato, ogni morte.


Pellegrinaggio del Rosario

Sabato, 10 Ottobre 2015 06:46 Pubblicato in Predicazione

I magi: ripartire per un'altra strada, il cuore gioioso

“Ricolma di beni gli affamati”

Nat-Adoration-mages-01-Mt-2--1-12


“Ecco venire giorni – oracolo del Signore Dio – in cui manderò la fame sulla terra; non sarà una fame di pane né una sete d’acqua, ma la fame e la sete di sentire le parole del Signore” (Am 8,11). Santa Madre di Dio, ti rallegri con tutto questo popolo affamato, cercando titubante il suo Dio. Sono venuti i giorni in cui il Signore ci sazi della sua presenza, in cui gli affamati trovano il riposo. Il cuore vuoto, ci rivolgiamo verso di te nostra Madre, intercedi per noi perché sappiamo accogliere l’unico e vero cibo che non ci mancherà mai.

Bernadette

“Se avesse trovato qualcuna più povera”

Santa Bernadette, non sei stata sazia dai beni della terra perché il tuo cuore sia disponibile per accogliere l’annuncio della salvezza portata dalla Vergine Maria. La tua grande povertà è stata il ricettacolo della più grande ricchezza dell’umanità. Beata povertà che fu la causa della tua elezione. Insegnaci a spogliarci dei beni che passano per essere sazi dalla parola di Dio.

Io

Signore, per l’intercessione della Vergine Maria e di Santa Bernadette, scava in me il desiderio della tua Parola e della tua presenza. Fa’ che le mie povertà non siano cause di tristezza e di ripiegamento su me stesso, che le mie ricchezze effimere non colmano il mio cuore e non mi rendano ermetica ai beni eterni. Che con i magi venuti a portarti dei doni il giorno della tua nascita, io possa ripartire a mani vuote di oro e il cuore pieno della gioia della salvezza.

Azione

Condividere con i più poveri per provare la gioia del dono e rendermi disponibile alla carità di Cristo.


foto: http://www.homelie.biz/tag/homelies%20annee%20a%202010-2011/

Pellegrinaggio del Rosario

Venerdì, 09 Ottobre 2015 07:45 Pubblicato in Predicazione

Gioia di ritrovare ciò che era perduto

mains

Meditazione

“Tutte le generazioni mi diranno beata”

Beata sei tu Maria, che hai portato Colui che sostiene l’universo. La voce degli uomini si unisce a quella delle angeli per celebrare colei per la quale la salvezza è entrata nel mondo.

Tutte le generazioni ti dicono beata perché non ti sei ritratta davanti alla scelta di Dio e il dolore non ha potuto oscurare la gioia della salvezza.

Bernadette

“Non vi prometto la felicità di questa terra”

Santa Bernadette, insegnaci a staccarci dai beni della terra e a usarli come se non le usassimo perché “la figura di questo mondo passa” (Cf. 1Cor 7,31). Con te et con il cielo, vogliamo rallegrarci per tutti coloro che ritrovano la felicità vera accogliendo colui che dà “la vita, il movimento e l’essere” (cf. At 17,28). Rallegriamoci perché eravamo perduti e il Signore ci ha ritrovati!

Io

Signore, mi chiami alla gioia dell’eternità, a diventare santi come tu sei Santo. Come la Vergine Maria e santa Bernadette, dammi di rallegrarmi della tua vittoria, della tua salvezza qui si espande sul mondo. Non permettere che io perda tempo con l’abbondanza o la mancanza di beni che passano, che non siano per me né fonte di gioia né causa di tristezza.

Azione

Fare un esame di coscienza su ciò che è ostacolo alla santità e alla gioia del cielo e prendere l’impegno di andare a trovare un sacerdote per parlargli o confessarmi appena possibile.



Foto: http://www.jesuslaporte.com/2015/09/jesus-est-venu-chercher-et-sauver-ce-qui-etait-perdu/